Daytona e le auto da corsa

Oggi si parte con la solita colazione in camera, la sera prima nel supermercatino vicino al nostro hotel, aperto h24, abbiamo preso dei muffin al cioccolato e quindi ci mangiamo quelli con del succo darancio.

Visto che la Florida e il maggior produttore di arance di tutti gli Stati Uniti non possiamo che prendere questo come bibita al mattino ed in effetti sono veramente buone. Anche il muffin si difende bene, in piu per far finta di mangiare sano beviamo anche uno yogurt, quindi ci vestiamo e si parte…

Oggi la direzione e Daytona, dista circa 1 ora da Orlando e andremo a visitare la piu famosa di pista di auto da corsa Nascar e scopriremo poi una volta arrivati anche la piu famosa spiaggia al mondo, o almeno cosi si dicono da soli loro….

Anche oggi sole, quindi apriamo il tetto della macchina e si parte, da Lake Buena Vista guidiamo spediti verso il centro di Orlando, essendo domenica oggi non ce nessuno diretto verso il centro città per lavoro e quindi si guida bene anche nel tratto in cui stanno facendo i lavori, usciti dallautostrada la pista delle corse Nascar di auto e subito ben visibile davanti a noi!!!

Arriviamo per le 10.30 e subito alle 11.00 abbiamo il giro per visitare il percorso, facciamo due biglietti (18 dollari a testa) e scattiamo qualche foto nell’attesa che il tour abbia inizio, ci vengono a prendere all’uscita con un trenino aperto trainato da una delle solite mega macchine americane, da li una signora in inglese spiega un sacco di aneddoti e curiosità sul percorso, sulle auto, sulle consuetudini che questa corsa porta con se ma noi praticamente non capiamo nulla auhauhauhauh

Il tour inizia con un giro nella parte esterna del piazzale, ripassiamo davanti all’immensa gradinata dove siedono gli spettatori per entrare poi attraverso un tunnel direttamente a bordo pista, da dentro la dimensione della gradinata e i posti a sedere fanno effetto, non sappiamo quanti posti a sedere ci sono ma e veramente incredibile pensare tutta la gente che puo contenere questo stadio circuito, il giro prosegue fino ad arrivare alla parte piu interessante, vedere da vicinissimo l’inclinazione della curva che le auto compiono durante la corsa.

Cose da pazzi!!!! La parete e quasi dritta, pensare di salirci sopra con un auto sparata a tutta velocità deve essere veramente spaventoso, non diventa difficile capire come mai a volte queste auto fanno degli incidenti e prendano fuoco, per compiere quelle curve devono veramente spingere sull’accelleratore a massima velocità e il rischio di perdere il controllo e alto!!!

Passiamo poi sotto la gradinata con tutti i seggiolini colorati, la zona dei giornalisti, i palchi e i posti piu in alto che non si capisce bene cosa potranno vedere da la su…. poi il tour si ferma nella zona del podio, qua ci permettono di scattare delle foto davanti al podio e ovviamente ci scattano una foto anche loro che poi tenteranno di venderci alla fine…

Dopo la sosta, si riparte passando dai box, dall’area fans e dalla zona camper, dalla pista per go-kart e moto fino a uscire nuovamente all’esterno per passare davanti alla tribuna da fuori e ritornare al punto di partenza.

Al termine del tour, entriamo ancora in una zona simile ad un museo, al cui interno ci sono le auto storiche della Nascar e i premi dei campioni Nascar che negli anni hanno corso su questo percorso. Il museo e molto interessante anche per noi che non siamo proprio dei grandi appassionati di auto ma e ben fatto e piacevole da vedere.

Scattiamo mille foto durante tutto il tour e al termine del percorso ovviamente veniamo catapultati nel negozietto che offre ogni genere di gadget dedicato alle auto o logato con i simboli della Nascar, ci facciamo attirare da un addobbino per l’albero in stile automobilistico con il 12 sopra e ritorniamo in macchina…

Verso l’uscita provano a proporci la foto, la guardiamo ma non ci piace molto, quelle che abbiamo fatto noi possono bastare, altrimenti qua e un attimo che il prezzo della vacanza finale raddoppi!!!

Riprendiamo la macchina e ci dirigiamo verso la spiaggia, la spiaggia di Daytona e celebre perche e l’unica spiaggia in cui ci si puo accedere con le auto, in pratica arrivati all’ingresso si paga un fee giornaliero ed è possibile accedere con la macchina direttamente sulla sabbia, dietro alla spiaggia vera e propria infatti e presente una pista battuta, praticamente un strada, quindi le auto si parcheggiano tutte parallele tra di loro e perpendicolari al mare e gli americani scaricano di tutto, dalle tende da campeggio, a cooler ENORMI pieni di tutto, sedie, lettini, insomma altro che italiani in spiaggia gli americani si portano veramente di tutto!!!!

Noi non entriamo con la macchina non abbiamo intenzione di fermarci tutto il giorno quindi con un po’ di fortuna troviamo un parcheggio proprio li davanti, entriamo a piedi in spiaggia e con la nostra stuoietta di paglia ci mettiamo fronte mare a goderci la spiaggia di Daytona Beach e il sole.

A differenza della spiaggia di Clearwater, qua l’acqua e meno trasparente e piu freddina, in fatti da questa costa e Oceano e si vede anche dal fatto che e piu movimentata con le onde, facciamo ugualmente il bagno e poi ci mettiamo ad asciugare sulla sabbia. Visto che e ora di pranzo ci mangiamo la nostra insalatona presa la sera prima, questa volta un’insalata in stile italiano con dentro pomodorini, mozzarelle, olive e pinoli veramente buona!!!

Rimaniamo ancora un po’ in spiaggia e poi torniamo alla macchina, direzione luna park di Daytona Beach, ma risulterà un po’ deludente, giostre vecchiotte e malandate, niente peluche da portare a casa questa volta…

Quindi come ogni giorno, non può mancare una tappa alloutlet, oltre ai negozi in comune ogni outlet che VISITIAMO ha dei negozi differenti e particolari, anche qua non comperiamo moltissimo ma qualche cosa lo troviamo sempre…

Verso le 19.00 siamo di ritorno verso Orlando, l’idea stasera era di tornare a Disney Springs ma visto che e già tardi pensiamo che forse sia meglio andare a vedere un’altro outlet di Orlando che ancora ci mancava e cosi impostiamo il navigatore in quella direzione.

La scelta e stata ottima anche perche in avvicinamento ad Orlando il tempo si faceva sempre piu nero e cupo, qualche goccia di acqua ci ha costretto a tirare su il tetto della nostra Mustang e dopo poco ci siamo ritrovati in un temporale quasi da uragano….

Acqua buttata a secchiate, un celo grigio anzi nero, veramente una pioggia come si deve che ci ha accompagnato praticamente per tutto il tratto di attraversamento di Orlando, grazie alla nostra SUPER macchina praticamente non abbiamo avuto nemmeno un problema perche con tutta questa acqua avessimo avuto la nostra Lancia Y sarebbe stato problematico!!!

Arriviamo fino all’outlet e la pioggia finalmente cala un po’ troviamo parcheggio davanti e iniziamo il nostro giro, questo outlet di International Drive é abbastanza grande e ben fornito!!!

Per cena mangiamo due panini in stile americano visto che di più sano non c’è nulla e continuiamo il nostro tour di tutti i negozi fino alle 23 orario di chiusura…

Rientrando in camera ci fermiamo ancora al solito supermercatino a prendere un’altra insalata per domani e torniamo in camera per la doccia e crollare a letto…

Domani saremo in visita a St Augustine…