Ferragosto in volo per la Florida

Atterrati a Miami alle 15.50 circa, il volo di 11 ore scorre piacevolmente con Alitalia, i nostri posti a sedere sono comodi e dietro abbiamo il muro quindi poche rotture.

Ci servono da bere, pranzo, merenda e cena con orario italiano, certo il mangiare non é super ma non ci possiamo lamentare non siamo rimasti a bocca asciutta.

A terra prima di partire avevamo preso un tramezzino a triangolo doppio è una bottiglia di acqua, pagati ben 9,40 euro, un po’ esagerato !!!

Ci guardiamo ben 3 film di quelli passati al cinema da non molto e dormiamo un po’ per cercare di arrivare riposati a Miami.

Siamo all’immigrazione per le 16.10 e velocissimi, malgrado la lunga coda, per le 16.35 siamo già su territorio americano accettati e non respinti.

All’immigrazione hanno introdotto delle macchinette automatiche per la registrazione del passaporto e delle impronte digitali che velocizzano il passaggio al controllo.

Grazie ai nostri bagagli a mano alle 16.50 siamo già al noleggio auto ma qua si ferma la nostra corsa veloce per uscire dall’aeroporto di Miami con direzione Boca Raton.

La lunga coda alla Budget e il personale lento a servire ci costringono in coda fino alle 18.15, così finalmente alle 18.39 prendiamo possesso della nostra Ford Mustangs per il nostro giro in Florida.

Ora si che la vacanza ha inizio!!!

Macchina super nuova, appena pulita e con pochissimi km, questa volta nera nessun colore sgargiante!!!

Prendiamo le chiavi e iniziamo subito a familiarizzare con la macchina, apriamo la portiera e….. tadaaaaaa

Ecco che si materializza un cavallo proiettato sull’asfalto, che tamarra la nostra macchina!!! Fighissima e con una cavolata del genere ecco che dimentichi la coda appena fatta!!!

Carichiamo i bagagli nel baule, tiriamo subito giù la capotte e si parte, ormai con la guida automatica siamo abituati grazie anche alle macchine a noleggio che prendiamo a Torino.

Impostiamo il navigatore per l’hotel di Boca Raton e ci lasciamo Miami alle spalle, ci torneremo poi per l’imbarco della crociera, anche qua però la strada non scorre via veloce.

Il navigatore prende subito i segnali una volta usciti dall’aeroporto, quindi non sbagliamo strada, ma il grande traffico in uscita da Miami probabilmente per la giornata di lavoro, ci fa arrivare all’hotel alle 19.50 ore locali, che in Italia significa le 2 di notte, in pratica sono 22 ore che siamo in piedi…

Il check-in in camera è velocissimo, scarichiamo i bagagli e parcheggiamo praticamente davanti.

Prendiamo possesso della stanza, che risulta ampia e spaziosa, purtroppo non sfrutteremo molto questo hotel.

Siamo stanchi per uscire ancora e così scendiamo nella Lobby dell’Hilton a prendere una bottiglia d’acqua, ci facciamo una doccia e ci mettiamo a letto.

Pronti per riposarci al pieno, fare un carico di energie e domani partire per la vacanza vera e propria!!!

A domani!!!