Un primo assaggio di Puglia

Oggi ci svegliamo all’interno del Sasso Caveoso nel nostro BB Il Vicinato, apriamo le finestre e la vista sul Sasso ci sorprende sempre…

Il silenzio che si “sente” è stupendo, ancora pochissimi i turisti che girano per il Sasso.

Scendiamo a fare colazione a casa della proprietaria che ci ospita, ci accoglie con cortesia e ci fa accomodare in una sala con tavolo ovale assieme agli altri ospiti del B&B.

Anzi a dire il vero, le altre ospiti, tutte professoresse della zona di Bologna che erano in viaggio insieme.

La tavola era imbandita con brioche (purtroppo solo una a testa), torta fatta in casa, frutta fresca, formaggio locale e pane e marmellata. Visto che le professoresse non mangiano la brioche ne approfittiamo per prenderne ancora una a metà!! La colazione prosegue con una piacevole conversazione con gli altri ospiti e la proprietaria del BB, molto gentile e cordiale, che prende con noi il caffè al tavolo. Ci spiega che è stata una delle pioniere nell’apertura di un BB nei sassi, nel 1991 infatti erano solo due le strutture ad ospitare turisti per farli dormire all’interno del Sasso. Poi con il passare degli anni i BB si sono moltiplicati ma la loro struttura rimane una piacevole scoperta, che ci sentiamo di consigliare.

Terminata la colazione portiamo giù i bagagli, la nostra stanza rimane al primo piano, lasciamo la camera e ritorniamo alla macchina, questa volta percorrendo una strada più facile e veloce, ormai siamo pratici di Matera e dei Sassi e riusciamo a spostarci più velocemente nella città fino a raggiungere il parcheggio, impostiamo il navigatore per Gallipoli e scendiamo verso la Puglia.

Ora di arrivo prevista 13.10 al nostro prossimo BB, Pilella di Capilungo vicino Gallipoli, la strada scorre veloce verso Taranto, poi Brindisi e Lecce fino a deviare per Gallipoli, per fortuna non troviamo traffico e arriviamo in orario.

Prima di arrivare al BB troviamo un supermercato dove ci prendiamo dell’insalata per pranzo, lo yogurt e un po’ di pizza/pane, raggiungiamo la nostra struttura e il proprietario ci accoglie con cortesia.

La stanza e già pronta, anche se è un po’ fuori da Gallipoli (12 km) il BB Pilella presenta delle stanze con veranda carine, davanti ad ogni stanza infatti una veranda coperta con tavolo per mangiare fuori, barbecue per fare la grigliata e zona stendino, all’interno camera matrimoniale e bagno spazioso.

Mangiamo subito quanto acquistato e poi ci prepariamo con il costume per andare a fare il bagno, la Spiaggia della Suina ci blocca per via della presenza solo di scogli e del parcheggio a pagamento (ormai eravamo già a metà giornata) quindi decidiamo di spingerci fino a Gallipoli e provare la Spiaggia della Purità, cioè quella in zona porto all’interno della città vecchia. Parcheggiamo in zona porto, 1,5 euro l’ora fino alle 20.00 con l’idea di fare un giro per il paese dopo la spiaggia.

Raggiungiamo la spiaggia ma oggi è sporca di alghe per via del mare abbastanza mosso, ci stendiamo al sole con l’asciugamano e stiamo in relax fino alle 18.00, una piacevole brezza ci fa rimanere al sole senza sentire il caldo.

Uscendo dalla spiaggia ci aggiriamo per le viuzze del paese vecchio, sono molte le signore anziane che stanno sedute fuori casa, al piano terreno, a chiacchierare con altre amiche o con i passanti residenti del posto, la cittadina vecchia è un dedalo di viuzze.

Nella via centrale ovviamente i negozietti e i ristoranti abbondano, diamo uno sguardo ma è tutto troppo turistico e non ci attira nulla, se non una macelleria che sta grigliando proprio sull’uscio della porta…

Vista l’ora di cena ci facciamo attirare dall’odorino e dalla cortesia e ordiniamo due spiedini di mini polpette e due bombette che sono delle fettine di capocollo sottili farcite con zucchine e peperoni.

Nell’attesa della griglia ci offre due polpettine, veramente buonissime, il gusto della carne ottimo la frittura leggera…

Ci gustiamo su un bancone la carne appena cucinata e la mozzarella che abbiamo acquistano nel negozio vicino insieme a dei taralli alla pizza e dei taralli all’olio.

Terminata la cena continuiamo il giro per Gallipoli ma si è alzato un vento freddo, noi siamo ancora in costume, rientriamo velocemente verso la macchina per ritornare al nostro BB.

Il navigatore ci fa passare per una strada che costeggia il mare e le spiagge esterne di Gallipoli che di sera si trasformano in discoteche a cielo aperto, sono molti i giovanissimi che affollano la strada buia illuminata solo dai fari delle macchine e dalle luci dei telefonini.

Rientriamo al nostro BB per riposarci, domani ci aspetta una giornata di mare, speriamo con spiaggia è acqua più pulita nella zona delle Maldive del Salento…