Dal deserto ai 2500 metri del Bryce Canyon

 Ci stiamo prendendo gusto con la suite, altra super notte in una super camera!!!

Anche questa mattina però non ci alziamo troppo tardi, abbiamo parecchie cose da fare e vedere!!!

Colazione nel soggiorno della suite con pane e Nutella, con i due biscottoni presi da Carlo’s l’altro giorno, con succo minute maid e con le “tovagline” da colazione gentilmente offerte dal Mandarin Hotel (carta super assorbente che abbiamo trovato nel bagno dell’hotel) super colazione per iniziare bene la giornata!!!

Il check-out dall’hotel lo facciamo con la televisione in 1 minuto e quindi siamo pronti per uscire!!!

Ultime riprese dell’hotel e di LV e poi via in cabrio verso il cartello di benvenuto di Las Vegas che ancora ci mancava!!! Foto di rito rapide e poi passaggio dal Walmart per un piccolo rifornimento di acqua e pane per la colazione di domani.

Lasciamo Las Vegas alle spalle in direzione Zion NP, nel programma di oggi avevamo previsto anche un passaggio alla Valley of Fire che però abbiamo dovuto tagliare per motivi di tempo non riuscivamo a fare tutto!!!

Quindi in macchina sulla I15 saliamo verso Zion, usciremo per attraversare il parco con una strada panoramica veramente molto spettacolare, un susseguirsi di colori e paesaggi differenti che ci lascia a bocca aperta!!! Scattiamo foto e video da diversi punti di vista e continuiamo la strada di avvicinamento al Bryce Canyon!!!

Raggiungiamo il parco verso le 16.30 ma non ci ricordiamo che qua cambia il fuso orario e perdiamo 1 ora…

Quindi il tempo a disposizione è meno, ma non importa, dopo il passaggio dal ranger e quello al visitor center per mettere il timbro sul passaporto, raggiungiamo in macchina il Sunrise Point e poi a piedi saliamo fino quasi a raggiungere l’inspiration point facendo un sacco di soste fotografiche, per ammirare questo panorama veramente SUPERLATIVO!!!

Se lo Zion ci è piaciuto tanto, questo ci è piaciuto duemila volte in più, inoltre siamo stati forse anche fortunati con l’orario è il sole perché il colore delle rocce dai diversi punti di vista cambiava ed era spettacolare sempre in modo diverso !!!

Un peccato non aver più tempo per dilungarsi anche verso gli altri punti di vista, ma avendo perso 1 ora con il fuso orario ci ha sballato un po i piani, quindi dopo esserci riempiti ancora una volta gli occhi di questa meraviglia della natura torniamo alla macchina per andare verso l’hotel, non facciamo in tempo a tornare sulla strada principale che incontriamo due cerbiatti piccoli che piacevolmente brulicano l’erba proprio lì davanti a noi, foto e video assicurati!!!

Usciamo dal parco e in pochissimo raggiungiamo il nostro hotel, Ruby’s Inn della catena Best Western, un hotel immenso che da solo praticamente occupa tutto il paesino di Bryce City, all’interno dei negozietti, un ristorante e sul lato opposto della strada altri negozi che però non abbiamo visitato questa sera, faremo un giro domani mattina…

Per cena andiamo nel ristorante dell’hotel e ci rifocilliamo con una T-bone per me e un piatto di maiale per Sara, accompagnati rispettivamente da patatine fritte e patata al forno nella carta d’argento, il servizio è abbastanza rapido e appena arrivano i piatti dividiamo a metà le due carni e si mangia!!!

Due ottime carni cucivate veramente bene, T-bona gustosa e morbida, il maiale molto particolare con una piacevole speziatura, un’ottima scelta!!!

Una cena molto buona e una serata in relax che ci voleva a dopo le notti più caotiche di Las Vegas…

Domani dobbiamo raggiungere Page, quindi meglio andare a dormire!!!